Solo nella nottata di sabato sono stati 539 veicoli controllati tra la città di Brescia, la Val Trompia, la Val Camonica e il Garda e ben 22 patenti ritirate per abuso di alcol o droga.

Il lavoro delle forze dell’ordine

Anche questo weekend, sono stati numerosi i casi di persone che si sono messe alla guida in stato di ebbrezza, con una ventina di patenti ritirate da parte delle forze dell’ordine. A preoccupare è soprattutto il fatto che risulta in aumento il numero dei giovani, che vengono trovati alla guida in stato di ubriachezza. Per il Codacons si tratta dell’ “ennesimo caso che testimonia come sia necessaria una costante presenza della Forza Pubblica per disincentivare l’abuso di alcol e droghe e la guida in condizioni psicofisiche alterate”.

Le statistiche

Nel 2016 si è stimato che i consumatori giornalieri di bevande alcoliche siano stati il 21,4% della popolazione giovane, a partire dagli 11 anni, confermando il trend discendente degli ultimi dieci anni. Continua però ad aumentare, invece, la quota di coloro che consumano alcol occasionalmente, al 43,3%, e che bevono alcolici fuori dai pasti, circa il 30%.

Leggi anche:  Tragico incidente in moto, muore un 26enne di Lonato

L’esposto

Il Codacons, per garantire la sicurezza sociale, ha fatto  richiesta alla Prefettura di Brescia perchè sia introdotta in via definitiva una pattuglia all’entrata e all’uscita di ogni locale notturno. Si chiede inoltre l’introduzione della “patente del bevitore”, ovvero, un provvedimento che preveda, il divieto d’ingresso nei locali notturni per ciascuna persona trovata in stato di ebbrezza molesta che venga segnalata due volte alle Forze dell’Ordine.