Il tar ha temporaneamente dato ragione al ricorso della One Italy che vuole impugnare l’ordinanza di abbattimento dei due immobili commerciali in via Mazzini a Paratico.

Nessun abbattimento per ora

Il Tar ha affermato che per ora gli immobili costruiti dalla One Italy e lasciati in sospeso a causa di un lunghissimo contenzioso di un’azienda e di Legambiente restino al loro posto fino alla sentenza del febbraio 2020, quando verrà deciso il loro futuro.

La lunghissima vicenda

La costruzione dei due immobili commerciali è stata avversata da un’azienda Edelweiss e da Legambiente Basso Sebino che hanno fatto ricorsi al Tar e al Consigli di stato per evitare la costruzione dei due edifici dove prima c’erano gli immobili che avrebbero dovuto ospitare delle piscine e un ristorante.

L’ultimo atto era quello del Consiglio di stato che aveva, di fatto, obbligato il Comune a emettere l’ordinanza di abbattimento lo scorso aprile. L’ordinanza è stata ovviamente impugnata dall’azienda che fino a febbraio potrà almeno evitare di abbattere quanto costruito.

Leggi anche:  Al via il Sarnico Busker Festival: largo agli artisti di strada

Comune fra ordinanze e variazione del Pgt

Non va dimenticato il fatto che nel frattempo il Comune ha avviato un iter di variazione del Pgt che coinvolge proprio quell’area, variante che è stata citata nella sentenza del Tar come una delle cause della decisione di sospendere la stessa ordinanza del Comune.