Giudizio immediato per il tentato stupro a Manerba.

Il tentato stupro

Giudizio imediato per i tre diciassettenni responsabili del tentato stupro di una turista danese nella notte tra l’11 e il 12 luglio poco lontano dal Red Clubbing di Manerba.

Secondo la ricostruzione i tre avrebbero avvicinato la ragazza all’interno del locale ma solo all’uscita, mentre la giovane era in compagnia del fratello 21enne, l’avrebbero aggredita. Il ragazzo straniero finito in carcere avrebbe tentato di spogliarla mentre l’italiano finito in comunità avrebbe colpito con un pugno il fratello che tentava di difenderla. Il terzo coinvolto, attualmente ai domiciliari, avrebbe fatto da palo e non sarebbe intervenuto nell’aggressione.

L’arrivo dei Carabinieri impegnati in un controllo aveva fatto scappare i tre aggressori. Grazie alle fotografie scattate all’interno del locale poche settimane dopo i tre erano stati fermati.

Giudizio immediato

Due dei componenti del gruppo, uno finito in comunità e l’altro agli arresti domiciliari, compariranno davanti al giudice il 6 dicembre per la prima udienza del processo. Mentre il terzo componente, detenuto nel carcere minorile Beccaria di Milano, comparirà in aula il 17 dicembre.

Leggi anche:  Ponte danneggiato: a Palazzolo niente mezzi ultrapesanti

Leggi anche:

Violenza sessuale a Manerba, tre minorenni arrestati

Turista danese violentata a Manerba dopo una serata in discoteca