Gioco d’azzardo a Manerbio: esercenti al Tar contro l’ordinanza sulla limitazione delle attività.

Esercenti al Tar

Una «mossa inutile che non risolverà il problema del gioco d’azzardo, ma non fa altro che creare un danno economico». Così alcuni commercianti avevano definito l’ordinanza messa in vigore a febbraio dal Comune per disciplinare gli orari di apertura delle sale slot. Un gruppo di esercenti ha deciso quindi di «ribellarsi», facendo ricorso al Tar per l’annullamento previa sospensiva del tanto discusso provvedimento: certi che come accaduto in molti casi, vedasi Flero a Brescia, la sentenza penderà a loro favore.

L’articolo completo sul Manerbio Week in edicola da venerdì 5 aprile

TORNA ALLA HOME PAGE