Gioco d’azzardo a Manerbio: contro i numeri allarmanti arriva la nuova ordinanza, che limita l’apertura delle sale slot in determinate fasce orarie.

Gioco d’azzardo a Manerbio

Trentadue milioni «inghiottiti» da macchinette o piattaforme per le scommesse, per una spesa pro capite di ben 2mila e 451 euro. Sono i numeri allarmanti registrati in città nel 2017, testimoni del fatto che il gioco d’azzardo è un fenomeno, purtroppo, sempre più diffuso e capillare. Ma un’azione per sbarrargli il passo è in moto, concretizzata nell’ordinanza emanata dall’Amministrazione con cui entra in vigore il regolamento approvato nel marzo 2018 grazie anche alla sinergia e al sostegno del Comitato Game Over, la realtà nata nel 2016 allo scopo di combattere la ludopatia che si va diffondendo nei paesi della Bassa bresciana.

L’articolo completo sul Manerbio week in edicola da venerdì 8 febbraio

TORNA ALLA HOME PAGE