Gioco d’azzardo a Capriano: i cittadini del paese si lamentano per le “troppe slot vicine ai luoghi sensibili”.

Gioco d’azzardo a Capriano

Quasi quattro milioni di soldi spesi per il gioco d’azzardo, di cui 2.7 vinti (e reinvestiti in slot e altre piattaforme) per un totale di 846 euro pro capite per ognuno dei circa 4.600 abitanti. I dati non sono certo paragonabili a quelli dei grandi Comuni, ma testimoniano comunque come anche a Capriano del Colle, piccola, ma attiva realtà del bresciano, tra macchinette nei bar, postazioni del lotto e superenalotto e gratta e vinci negli esercizi commerciali, il fenomeno sia tutt’altro che sconosciuto. A sollevare la questione Stefano Chiari, che ha evidenziato la presenza di persone intente a giocare alle slot fin dalle prime ore del mattino, soprattutto a pochi passi da un luogo sensibile come l’asilo.

L’articolo completo sul Manerbio Week in edicola da venerdì 1 marzo.

TORNA ALLA HOME PAGE