Gardaweek è in edicola. La prima pagina edizione bresciana. Tante le notizie da non perdere.

Gardaweek è in edicola

Sicurezza alla stazione dei pullman: Nel mirino dei vandali, a Salò decidono di chiudere bottega. Dopo le ripetute molestie verbali la titolare del negozio «DanzArte» ha deciso di trasferire la sede
Il sindaco: «Abbiamo in atto una convenzione con i Carabinieri per intensificare i controlli»

Gardone Riviera: Il sindaco Cipani ci prova ancora. Il primo cittadino di Gardone Riviera Andrea Cipani ha annunciato la sua candidatura alle prossime Amministrative della primavera 2019.
Per Cipani si tratterebbe del terzo mandato consecutivo, possibile solo nei Comuni con meno di 3mila abitanti.

Sirmione: Uniti per dare un’identità a Colombare. Nel programma triennale delle opere pubbliche presentate in Consiglio c’è anche la riqualificazione della via Colombare. Oltre alla sistemazione di strada e piante verrà fatto un progetto con i commercianti per invogliare i turisti a visitare non solo il centro storico.
Il lavoro dell’Amministrazione è partito nei mesi scorsi con lo spostamento di alcuni eventi e manifestazioni estive a parco San Vito, nel cuore di Colombare.

Processo: Dopo il tentato stupro a Manerba chiedono un’altra opportunità

Desenzano: Addio BettyBlu, vera anima dell’Art Club. Gianbattista Pastori si è spento a 50 anni dopo anni di lotta contro una terribile malattia.
Il ricordo di Madame Sìsì, titolare dell’Art Club: «Ciao mia vulcanica BettyBlu, grazie per la tua sincerità».

Leggi anche:  Manerbio, mattinata di pulizia al bosco del Canalot

Desenzano: Denuncia uno scippo, ma era tutta una farsa. Nei guai una sessantenne di Desenzano indagata in stato di libertà per simulazione di reato e procurato allarme.
La donna aveva fatto denuncia al Commissariato di Desenzano raccontando di essere stata aggredita e spinta contro una ringhiera procurandosi un taglio alla testa.
Dopo aver avviato le indagini gli agenti si sono accorti che la versione della signora non corrispondeva alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e a quel punto la donna ha confessato di essere in realtà caduta dal marciapiede e di aver battuto la testa. Per vergogna nei confronti di familiari e colleghi di lavoro ha raccontato la finta aggressione.

Pozzolengo: Eruzione cutanea in mensa: l’Asst non riscontra anomalie

Desenzano: Gli agenti salvano una donna che voleva gettarsi nel lago

Lonato: Incidente tremendo in via Rassica. Vivi per miracolo