La notte scorsa i Carabinieri della Stazione di Pisogne hanno arrestato due pregiudicati residenti a Costa Volpino, in provincia di Bergamo, rispettivamente di 33 e 27 anni.

Strani movimenti in zona industriale

Ai militari erano pervenute delle segnalazioni circa la presenza di persone che, in particolar modo nelle ore notturne, si aggiravano con fare sospetto nell’area industriale.

I due, entrambi italiani, dopo aver posteggiato la loro auto in un luogo appartato, stavano tentando di svuotare il carburante contenuto nel serbatoio di un autocarro in sosta. I due pregiudicati hanno provato a scappare ma sono
stati inseguiti e bloccati anche grazie all’intervento di un militare che li stava monitorando.

Sotto il camion è stata recuperata una tanica nella quale erano già stati riversati circa cento litri di gasolio. I due sono stati arrestati per tentato furto aggravato.

Perquisizione e ulteriori controlli

La successiva perquisizione eseguita a casa del più giovane degli arrestati ha consentito di rinvenire e sequestrare anche uno scooter Mbk Booster, risultato rubato a Costa Volpino nel mese di Gennaio 2018. Anche l’auto a bordo della quale i due arrestati viaggiavano per commettere le loro escursioni predatorie è stata sottoposta a sequestro poiché priva di copertura assicurativa. Nessuno dei due era titolare di patente di guida.

Leggi anche:  Paura per una 56enne a Desenzano, salvata dagli agenti della polizia locale

L’arresto

Il loro arresto è stato convalidato dal Giudice del Tribunale di Brescia. I Carabinieri della Stazione di Pisogne e della Compagnia di Breno continuano i loro accertamenti per verificare l’eventuale coinvolgimento dei due arrestati in altri eventi delittuosi avvenuti in zona nelle ultime settimane.