Fumo nero da una lavanderia a Calcinato: attimi di paura per i residenti nella abitazioni sopra l’attività, ma per fortuna sembra che nessuno sia rimasto intossicato.

Fumo dalla lavanderia

E’ successo circa un’ora fa, in una lavanderia attiva al piano terra di una palazzina in via Solferino. A lanciare l’allarme è stato Sergio Diotti, un carabiniere in congedo che nel passare davanti all’attività ha notato il fumo che usciva dai locali. Immediata la chiamata ai soccorsi: sul posto sono arrivati i Carabinieri di Calcinato e i Vigili del Fuoco di Brescia che si sono messi all’opera per mettere in sicurezza l’area.

A preoccupare non è stato il fuoco (nessuno ha visto fiamme), ma il fumo nero che salendo si stava infiltrando nelle abitazioni del condominio rischiando di intossicare qualcuno. Non c’è stato bisogno di utilizzare la scala: l’ex militare, in attesa dei rinforzi,  ha fatto evacuare circa dieci persone tra anziani e bambini. Nessuno sembra essere rimasto ferito

Leggi anche:  Miasmi, malori e più di 1000 segnalazioni, ma per Ats e Arpa non è sufficiente

I danni

Sembra che il tutto sia partito da un guasto ai macchinari. A subire i danni maggiori è stato l’impianto di lavaggio e stiraggio, distrutti anche il vestiario presente nel negozio. La proprietaria dell’attività, che in quel momento non si trovava nel locale, è stata immediatamente avvisata.

TORNA ALLA HOME PAGE