E’ in corso la 38esima edizione della festa di Frontignano. Questa sera è previsto l’appuntamento conclusivo.

Le serate

Quando alle spalle c’è una lunga tradizione, si sa, l’adesione non manca mai. E così, come ogni anno, gli avventori si sono seduti ai tavoli per gustare lo spiedo, le salamine, la tagliata e, soprattutto, i celeberrimi casoncelli di Barbariga.
Oltre allo stand gastronomico, una serie di piccole trovate hanno sostenuto l’oratorio nell’impresa di autofinanziamento. Accanto alla storica pesca, quest’anno è stata allestita anche una ruota della fortuna.

«Tra i volontari si sono arruolate non solo persone di Frontignano, ma anche di Barbariga e Dello – hanno spiegato gli organizzatori – Dietro ad una festa del genere c’è un lavoro immane, che inizia con l’allestimento della struttura e finisce con il servizio ai tavoli. La calura asfissiante, poi, non ci ha di certo aiutato: ringraziamo di cuore chiunque ci abbia dato una mano».

TORNA ALLA HOME