Si fingeva sacerdote, ma era un truffatore. E’ stato rintracciato nei giorni scorsi nel palermitano l’uomo che nel 2018 ha messo a segno una truffa alquanto ingegnosa nei confronti di alcuni cittadini rovatesi. Il 30enne bresciano è stato denunciato a piede libero.

Finto prete denunciato per truffa

Il giovane si fingeva sacerdote e tra preghiere e finte benedizioni conquistava la fiducia di alcuni fedeli, tanto da riuscire a farsi consegnare denaro e regali vari, per presunte opere pie da realizzare nel lontano Egitto di cui però non ha mai fatto sapere nulla, intascandosi così il profitto.

L’indagine

Risale a dicembre scorso l’avvio delle indagini. Tutto è partito da una scritta apparsa sul muro di un’abitazione, che non era di certo l’opera di un writer. Gli accertamenti della Polizia Locale di Rovato hanno portato alla luce la truffa perpetrata dal finto sacerdote. Chiave di volta nelle indagini è stato il coraggio dei truffati di denunciare il raggiro subito al comando di piazza Garibaldi.

Leggi anche:  Segnalato da tempo: ennesimo incidente all'incrocio pericoloso di Calvisano

Denunciato a piede libero

Il 30enne bresciano è stato rintracciato in provincia di Palermo e denunciato a piede libero per truffa.

TORNA ALLA HOME