Ex Stoppani: cantiere allagato da acqua e vernici. Legambiente preoccupata per la falda acquifera sottostante ha inviato un esposto ai carabinieri forestali.

Ex Stoppani: cantiere allagato da acqua e vernici

Venerdì, durante i lavori di scavo nell’area ex Stoppani, si è allagato tutto il cantiere. “L’allagamento sarebbe costituito da acqua mista a vernici e smalti inquinanti – ha dichiarato il presidente di Legambiente Basso Sebino, Dario Balotta – Nell’area circostante si è sentito un forte odore derivante da una  quantità di composti organici volatili. Dopo l’allagamento sono state messe in funzione delle pompe idrauliche, ma si teme nonostante ciò che siano state inquinate le falde acquifere sottostanti”.

Esposto a garanzia della salute dei cittadini

Preoccupata per l’accaduto Legambiente ha chiesto ai carabinieri Forestali di verificare quanto realmente avvenuto e “l’adeguatezza del piano di bonifica e degli strumenti utilizzati dalla ditta che opera in cantiere”.

“Con l’esposto ai forestali abbiamo chiesto inoltre di sapere come i liquami raccolti sono stati avviati allo smaltimento – ha concluso Balotta – Tutto ciò a garanzia della salute dei cittadini di  Sarnico e a tutela delle acque del lago d’Iseo”.

Leggi anche:  Stile di vita green, i giovani amano i cibi a km zero