Manenti l’orgoglio manerbiese è sul podio nella cronometro per trapiantati

Questa mattina Ermanno Manenti ha gareggiato la sua prima gara agli Europei

Era salito per tre volte sul podio dei mondiali di ciclismo per trapiantati. Ha tenuto più volte Manerbio e la Bassa bresciana col fiato sospeso. Nei giorni scorsi è volato agli Europei perché non li aveva mai disputati prima d’ora.

La notizia è di poco fa. Ermanno Manenti è di nuovo sul podio conquistato nella cronometro individuale di ciclismo. Lo ha comunicato agli amici e ai famigliari che attendevano notizie nel bresciano. Una semplice foto del tabellone di classifica seguita da una che lo vedeva sorridente con la medaglia d’argento al collo mentre innalzava il tricolore.

Manerbio Ermanno Manenti medaglia d'argento agli Europei di Ciclismo per trapiantati 2018
Manerbio Ermanno Manenti medaglia d’argento agli Europei di Ciclismo per trapiantati 2018

Per Ermanno, dopo il trapianto di fegato è iniziata una nuova vita, che ha riportato in pista la sua grande passione, la bici. Questa è la sua prima partecipazione ai campionati europei e proprio questa mattina a Quartu Sant’Elena in provincia di Cagliari, nella prova a cronometro ha divorato pedalata dopo pedalata 5 chilometri di asfalto rovente in 7 minuti e 26 secondi.

Sulla sua divisa tecnica della nazionale italiana sono impresse le associazioni di cui va fiero “Anto” e “Aido” e, quest’anno si è aggiunto il logo dell’Avis intercomunale di Manerbio, con la quale lo scorso anno ha collaborato per la promozione degli stili di vita sani e alla quale è particolarmente legato.

Leggi anche:  Scontro fra due auto tra Provaglio e Corte Franca

C’è ancora posto sul petto. Domani Manenti tenterà un’altra impresa la “gara in linea”.

Il gruppo di ciclisti partirà compatto, per poi distaccarsi sul percorso, un solo posto sul podio. La gara sarà infatti vinta dal primo classificato.

“L’Aido provinciale di Brescia si congratula con il campione manerbiese, poiché lo sport è la strada maestra per tornare a vivere a pieno. Grazie a Ermanno per essere esempio di questa rinascita. Donare significa questo permettere a chi è in difficoltà di riprendere in mano la propria vita, e viverla anche per il proprio donatore” ha commentato la presidente dell’Aido Provinciale Rosaria Prandini.

“Un grande orgoglio invade il nostro animo. Ermanno in una delle serate sanitarie organizzate insieme disse riferendosi al suo donatore di fegato “Tu ed io faremo grandi cose insieme”. Oggi, come in ogni vittoria, come in ogni allenamento, come in ogni singola pedalata da lui compiuta, e in ogni suo vivace sorriso, ha mantenuto la sua promessa. E’ un onore averlo tra noi” ha concluso la presidente dell’Avis intercomunale di Manerbio, Marianna Baldo.