Estorsione e atti persecutori contro i genitori: arrestato un adrense. L’uomo, classe 1975, è stato fermato dai carabinieri ed è in carcere in attesa del processo.

Estorsione e atti persecutori contro i genitori

E’ in carcere per estorsione e atti persecutori. Queste le accuse di cui dovrà rispondere un adrense classe 1975, già noto alle Forze dell’ordine, finito nei guai dopo che più volte ha minacciato e usato violenza nei confronti dei genitori, entrambi ultrasettantenni e residenti ad Adro, per costringerli a consegnargli diverse somme di denaro.

L’arresto

L’arresto è avvenuto a seguito dell’ennesimo episodio di estorsione, verificatosi martedì pomeriggio ad Adro.  Gli anziani genitori dell’uomo, esasperati, si sono rivolti ai carabinieri. Nel vedere i militari motociclisti della Sezione Radiomobile di Chiari il 44enne ha cercato di scappare e far perdere le proprie tracce, senza successo.

Raccolte le testimonianze dei genitori e verificato che gli episodi di violenza e minacce con cui il figlio li costringeva a consegnarli il denaro non erano nuovi, i militari lo hanno arrestato per estorsione e atti persecutori. Si trova ora in carcere in attesa del processo.

Leggi anche:  Minimarket della droga, arrestato spacciatore 21enne

TORNA ALLA HOME PAGE