Un anno fa dalla pagina Facebook «Te se de Castiù» nasceva l’omonima associazione, e cioè una realtà impegnata sul fronte del sociale, della promozione delle bellezze di Castiglione delle Stiviere e della sua storia, cultura e folklore. Oggi, dopo un anno di intensa attività, il direttivo dell’associazione fa un bilancio della sua attività.

«L’associazione Tsdc (così ci siamo chiamati per essere meglio idnetificati) festeggia il suo primo anno di attività. Lo scopo dell’associazione è di aiutare, tramite varie forme di raccolta, persone e famiglie del nostro territorio, anche quelle che per motivi diversi non si avvalgono di altri servizi. Nel corso del 2016 abbiamo organizzato o partecipato a diversi eventi che ci hanno permesso non solo di raccogliere aiuti da distribuire ma anche, secondo scopo dell’associazione, di creare momenti di aggregazione, unione. Riteniamo infatti che le persone abbiano bisogno anche di ritrovare momenti di appartenenza. Siamo stati presenti alle bancarelle di Parco Pastore offrendo oggetti donati o lavori fatti dalle donne del gruppo. Abbiamo offerto anguria e organizzato un torneo di briscola a Ferragosto.

Con grande successo abbiamo proposto una bancarella di “porta un gioco, prendi un gioco”. Tanti bambini e ragazzi hanno portato loro giochi scambiandoli con altri o semplicemente donandoli. Abbiamo fatto posizionare a Parco Pastore la panchina rossa della Non violenza alle donne. Un modo per affermare la nostra voglia di dire no e di esserci. Abbiamo partecipato alla vendita di coperte delle donne di Viva Vittoria (Brescia) per essere di aiuto anche alle popolazioni terremotate. Durante i mercatini di Natale abbiamo presentato i manufatti delle nostre “sferruzzine”, un gruppo di donne Castiglionesi che hanno messo a disposizione dell’associazione il loro lavoro per devolverne il ricavato. 

Leggi anche:  Spaccio alla Filanda: il comandante dei carabinieri fa arrestare "il pugliese"

Durante l’anno abbiamo portato aiuto a persone in difficoltà e, come lo scorso Natale, nel mese di dicembre abbiamo raggiunto diverse famiglie con pacchi di indumenti, alimenti, pellet e anche giocattoli (perchè i bimbi hanno il diritto di giocare) coordinandoci anche con altri servizi presenti sul territorio. Il nostro vuole essere un intervento discreto e immediato ma anche competente soprattutto per eventuali aiuti che necessitano di essere prolungati.  

Ed infine in questi giorni stiamo portando a termine la consegna di materiale ai due plessi scolastici di Castiglione. Come dichiarato il ricavato della Festa Castiglione abbiamo deciso di devolverlo alle scuole per raggiungere, in questo caso, tutti i bambini. Abbiamo diviso la cifra, tenendo conto del numero di alunni, e chiesto ai due direttori di comunicarci cosa fornire. Durante il periodo natalizio ci hanno dato le indicazioni e ad un plesso è già stata fatta la consegna e al secondo verrà fatta a breve. Ci teniamo molto, ovviamente dove possibile, alla trasparenza affinché chiunque ci aiuti possa verificare. Ed ora stiamo pianificando il 2017, le idee sono tante, alcune date sono già state fissate. Il direttivo è a disposizione di tutti per qualsiasi tipo di informazione».