Mamma e figlia tossicodipendenti di Brescia, stavano acquistando la droga da due marocchini di 24 e 25 anni, irregolari, quando i due sono stati arrestati.

Cocaina ed eroina per madre e figlia

Come riporta il Giornale di Treviglio, la vicenda è nata da un acquisto di cocaina ed eroina effettuato da una ragazza di 20 anni della provincia di Brescia.  La giovane da anni ha problemi di tossicodipendenza. In quel caso era accompagnata dalla madre.

Dopo aver assistito allo spaccio in diretta, gli investigatori dell’Arma che da giorni stavano monitorando i due maghrebini, sono intervenuti. Ne è nato un inseguimento, al termine del quale i militari hanno fermato i due nel cantiere di un palazzo in costruzione. Da tempo i due erano nel mirino, sia di Treviglio che dell’Arma di Martinengo, per spaccio anche alle Acciaierie di Cortenuova.

Migliaia di euro addosso

Addosso, i due avevano diverse migliaia di euro, per lo più in banconote di piccolo taglio, ma anche tante monete. Madre e figlia sono state quindi ascoltate in caserma a Treviglio dai militari, confermando così quanto precedentemente accertato dai Carabinieri. Sequestrata la droga,  del peso complessivo di alcuni grammi. Ad aiutare i militari c’era anche Trevi, il labrador antidroga della Polizia Locale di Treviglio. Stamattina l’udienza di convalida.