Arrestata dalla polizia una coppia di spacciatori. Lui tunisino di 31 anni, ai domiciliari utilizzava la compagna, italiana di 35, come “pony express” per la droga

L’indagine

Nella giornata di martedì, gli agenti della squadra mobile della Questura di Brescia, hanno effettuato delle indagini nel quartiere di residenza della coppia. I poliziotti avevano infatti ragione di sospettare che l’uomo, nonostante fosse sottoposto a provvedimento cautelare, non avesse posto termine alla propria attività illecita di spaccio di droga. Avvalendosi della propria compagna quale corriere per le consegne ai vari acquirenti, e mantenendo la propria abitazione quale base per il confezionamento e lo smistaggio delle sostanze. Per tale ragione la donna è stata fermata in strada, dagli investigatori, poco lontano dalla sua abitazione. La perquisizione personale ha portato gli agenti a rinvenire 5 bustine di cellophane di cui 3 di eroina e 2 di cocaina, consegnate spontaneamente dalla donna, contenenti relativamente di circa 5 e 2 grammi di sostanza.

Perquisizione domiciliare

Alla luce dei fatti, gli uomini della Questura hanno proceduto alla  perquisizione dell’abitazione. All’interno i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato, altri 80 grammi di eroina, 20 grammi di cocaina e qualche grammo di hashish. Oltre ai proventi di spaccio pari a 2.500 euro in contanti, un bilancino di precisione e altro materiale utile al confezionamento della droga.

Leggi anche:  Picchiava la madre: in manette il figlio 23enne

L’arresto

La coppia è stata quindi arrestata per  spaccio e detenzione ai fini di spaccio in concorso. L’uomo è passato allo stato di custodia in carcere, mentre per la donna è scattato l’obbligo di dimora. Nei giorni successivi, però durante l’attività di controllo sul rispetto della misura cautelare della donna, alcuni equipaggi della Questura hanno notato un insolito via vai dal suo appartamento. Uno dei soggetti appena uscito dall’abitazione è stato sottoposto a verifica e si riscontrava che lo stesso aveva appena acquistato della droga. Gli operatori hanno proceduto, così, ad un ulteriore perquisizione trovando 75 gr di eroina. La stessa è stata nuovamente arrestata in flagranza e sottoposta quindi alla misura cautelare in carcere.

TORNA ALLA HOMEPAGE