Alla discarica Green Up, tra Bedizzole e Calcinato interviene il prefetto Attilio Visconti  a seguito dell’incendio di questa notte (Leggi anche Incendio alla Green Up di Bedizzole)

“Questa era una discarica che settimana prossima doveva essere visitata da legambiente, mi sembra di rivivere la situazione che ho vissuta qualche mese fa a Pavia, le dinamiche di queste discariche si somigliano tutte, purtroppo scoppiano questi incendi. Altra circostanza è che l’Arpa è arrivata alle 8.10 quando l’incendio era già stato domato e non si sono potuti fare campionamenti specifici per quanto riguarda la diossina. Sono stati fatti campionamenti per quanto riguarda ammoniaca e altro e su questo non ci sono rilevamenti preoccupanti, su questo aspetto siamo abbastanza tranquilli”.

 

Quarto rogo negli ultimi tre anni

“E’ una discarica che deve essere maggiormente controllata, ci prendiamo tutti la responsabilità di fare questo, lunedì mattina convocherò Legambiente e la gestione della discarica in opera, voglio che la videosorveglianza sia immediata e pretendo un piano di sicurezza, dopo di che questa discarica la sottoporrò ad un controllo coordinato sul territorio. E’ una discarica che va attenzionata perchè 2 incendi lasciano il segno. Procediamo per step, videosorveglianza, piano di emergenza interna, piano per la sicurezza esterna di competenza del prefetto”.

Leggi anche:  Pontevico atti vandalici per uno storico negozio del centro

Presidio

Al presidio sono intervenuti il sindaco di Bedizzole Giovanni Cottini, il sindaco di Calcinato Nicoletta Maestri e l’assessore Stefano Vergano con i consiglieri di minoranza Vincenza Corsini e Annamaria Pennati del Comune di Calcinato. Presenti fin dalle prime ore del mattino il Comitato Cittadini Calcinato e le mamme di Castenedolo