Nell’ambito dell’intensificazione del dispositivo di sicurezza economico-finanziaria previsto per la stagione estiva e del costante monitoraggio sulla sicurezza dei prodotti commercializzati al pubblico, la Guardia di Finanza ha sequestrato a Desenzano del Garda e Lonato oltre 45mila prodotti “Made in China”, risultati privi delle indicazioni minime previste dal Codice del Consumo.

I prodotti individuati: anche accessori per l’estetica, cura della persona e articoli di bigiotteria

In particolare, i militari della Tenenza di Desenzano del Garda hanno individuato nei predetti centri gardesani due esercizi riconducibili a soggetti di nazionalità cinese che commercializzavano materiale caratterizzato dall’assenza di istruzioni ed indicazioni in lingua italiana, o privi delle prescrizioni sul corretto utilizzo della merce, o senza le indicazioni di provenienza nonché la natura e la qualità della merce. Tra questi sono stati rinvenuti numerosi articoli di minuteria ed accessori per l’estetica e per la persona rivolti principalmente a donne e bambini, abbigliamento di vario genere, accessori per la cura della persona, articoli di bigiotteria e componentistica elettronica ed informatica.

Leggi anche:  Malore in piazzetta Minore a Montichiari

Al termine dell’operazione, sono state irrogate, nei confronti dei responsabili degli esercizi commerciali controllati, sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di circa 15 mila euro.

L’acquisto di prodotti non a norma, infatti, può comportare rischi per la salute e la sicurezza degli acquirenti, soprattutto a causa della scarsa qualità che li contraddistingue.

TORNA ALLA HOME