E’ stata fissata per giovedì 30 gennaio a Palazzo Pirelli l’audizione dei sindacati e della proprietà di Pozzoli Food s.p.a. per esaminare la delicata crisi aziendale che sta attraversando il gruppo e che potrebbe comportare pesanti ricadute occupazionali. La richiesta di convocare un’audizione in IV Commissione Attività Produttive è stata depositata dal Movimento 5 Stelle e firmata da Raffaele Erba.

LEGGI ANCHE 

Prima crisi 2020: Pozzoli Carni ha chiesto il concordato preventivo

Crisi Pozzoli, il caso approda in Regione

Il gruppo Pozzoli, specializzato nella grande distribuzione alimentare, possiede 18 punti vendita aperti con il marchio “Pozzoli Market” e distribuiti sull’intero territorio regionale (anche a Chiari era aperto in via Cologne). Alla fine dello scorso anno, la proprietà ha richiesto e ottenuto dal Tribunale di Monza l’ammissione al concordato preventivo manifestando comunque la propria intenzione di voler assicurare la continuità aziendale e la salvaguardia dei posti di lavoro. Attualmente sono 250 i dipendenti dei vari supermercati Pozzoli: la mancanza di un acquirente certo pronto a subentrare agli storici proprietari rende il futuro incerto sebbene i sindacati si stiano adoperando per evitare gravi conseguenze occupazionali.

Leggi anche:  Comunità in lutto: Chiari piange mamma Michela

Raffaele Erba

“Abbiamo presentato richiesta di audizione in Regione Lombardia perché riteniamo importante e urgente approfondire la vicenda ed eventualmente valutare possibili iniziative nell’interesse dei tanti dipendenti attualmente in organico. Esprimiamo la massima vicinanza ai lavoratori nella speranza di trovare una soluzione che gli permetta di scongiurare le ipotesi peggiori”, dichiara Raffaele Erba.

TORNA ALLA HOME