Contrasto serrato al crimine diffuso da parte della questura di Brescia come disposto dal Questore Leopoldo Laricchia, ed attuata da tutte le articolazioni presenti in Questura (Divisione Anticrimine, Polizia Amministrativa, Squadra Mobile, Ufficio Immigrazione); controlli ed indagini a tutto campo, anche in sinergia con le altre Forze dell’Ordine, in relazione alle criticità attinenti alle aree esterne e limitrofe della stazione ferroviaria, ai parchi cittadini ed ai locali commerciali interessati dalla presenza di persone senza fissa dimora, di soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché di persone straniere irregolari sul territorio nazionale e che arrecano turbativa all’ordine e alla sicurezza pubblica.

I servizi straordinari attuati

Nel corso della settimana sono stati attuati quotidiani e mirati servizi straordinari di controllo del territorio a cui hanno partecipato equipaggi appartenenti alle diverse articolazioni della Questura di Brescia e del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, unitamente ad equipaggi della Guardia di Finanza, dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Locale.

Durante i servizi, sono state identificate 139 persone, di cui 53 con precedenti di Polizia e sono stati controllati 6 esercizi commerciali. Inoltre sono stati effettuati sequestri di sostanza stupefacente di tipo hashish per circa 35 grammi. Cinque persone sono state denunciate per non aver rispettato le leggi sull’immigrazione. Al contempo sono stati controllati 14 veicoli, ed a uno degli automobilisti è stato sanzionato per aver violato le norme del Codice della Strada.

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio messa in campo nei giorni scorsi dalle forze di Polizia, sono stati rintracciati a Brescia e provincia, diversi cittadini extracomunitari irregolari sul Territorio Nazionale e gravati da precedenti di polizia. Tali provvedimenti, sono stati adottati per motivi di ordine e sicurezza pubblica a causa della pericolosità sociale di alcuni di questi soggetti. Gli espulsi di questa settimana sono 2, uno trattenuto presso C.P.R. e uno con accompagnamento immediato alla frontiera.

Leggi anche:  Schianto su Brebemi, morto motociclista. A35 bloccata FOTO

Gli identificati:

B.S., nato nel 1979 in Marocco, arrestato per stupefacenti dal Nucleo Radiomobile di Brescia e per questo motivo assoggettato alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione con concessione del nulla osta all’espulsione presso la Stazione Carabinieri di Travagliato. Adempiuti agli adempimenti burocratici il soggetto è stato colpito da provvedimento di espulsione con accompagnamento immediato alla frontiera di Malpensa

B.A., nato nel 1979 in Marocco, titolare di passaporto in originale in corso di validità, scarcerato in data odierna per fine pena. Il soggetto era destinatario di condanna alla pena della reclusione ad anni 3 e mesi 8 di reclusione per reati inerenti gli stupefacenti e detenzione abusiva di arma da fuoco e per questo motivo il Questore di Brescia in data 18/07/2019 ha emesso Decreto di revoca del Permesso di soggiorno a lui notificato dalla personale dell’Ufficio Matricola della locale Casa circondariale il 25/07/2019. Destinatario di Decreto di espulsione e trattenimento presso CPR di Torino.

TORNA ALLA HOME