Nella notte tra il 6 ed il 7 settembre, durante servizio coordinato finalizzato a contrastare il fenomeno di abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti nei luoghi di aggregazione giovanile, nonché guida in stato di alterazione psico-fisica dovuto all’abuso di alcool e stupefacenti, i carabinieri di Verolanuova, mediante l’utilizzo di dieci pattuglie, hanno effettuato controlli mirati a Manerbio e Gottolengo, nei luoghi di aggregazione giovanile, discoteche, pub e sulle principali vie di scorrimento SS45Bis, SP668 e la Quinzanese SP9.

Le zone ispezionate

Il servizio coordinato, in corrispondenze di eventi che richiamano un cospicuo numero di giovani e giovanissimi in Manerbio, è stato effettuato in sinergia con la Polizia Locale di Manerbio e l’Amministrazione Comunale che, su specifica richiesta di questo Comando, ha emesso Ordinanza Sindacale di divieto di consumazione in strada di alcolici. Il lavoro di prevenzione è iniziato nel centro abitato di Manerbio dalle ore 20 e terminato a tarda notte alle ore 05 sulle principali vie di scorrimento SS45Bis in primis ed ha consentito il sequestro di oltre 30 bottiglie di superalcolici, la contestazione di ben 21 Verbali in relazione all’Ordinanza Sindacale per un somma complessiva di 1050 euro di sanzione amministrativa, due sanzioni per ubriachezza in luogo pubblico, tre sanzioni amministrative per consumi personale di stupefacente tipo hashish e tre patenti per guida in stato di ebrezza.

Leggi anche:  Capriano del Colle saluta l'Alpino Cesare Dore

Controllo in discoteca

Il lavoro congiunto tra Forze dell’Ordine, Comune di Manerbio ma anche organizzatori degli intrattenimenti ha consentito che in occasione dell’evento di fine estate presso la nota discoteca Manerbiese non vi siano stati, come in passato, episodi di coma etilico ma tutto si è svolto in regolarità e nella massima sicurezza.

TORNA ALLA HOME