Controlli fiscali pilotati: il tenente della Guardia di Finanza di Chiari Antonio Romano e la titolare dello studio di commercialisti di Castrezzato Natalina Noli sono comparsi questa mattina di fronte al gup Riccardo Moreschi.

Controlli fiscali pilotati: comandante e commercialista patteggiano

Se per gli altri coinvolti l’udienza è stata rinviata a novembre, mentre il tenente Antonio Romano e la titolare dello studio di commercialisti Natalina Noli hanno patteggiato questa mattina di fronte al gup del Tribunale di Brescia Riccardo Moreschi. Il legale di Romano aveva chiesto 4 anni e 4 mesi, mentre quello della Noli 3 anni e 4 mesi. Il giudice ha accolto le istanze ed entrambi, oltre a scontare la rispettiva pena, dovranno versare una somma di 50mila euro (Romano) e di 120mila euro (Noli) a titolo di risarcimento per i danni di immagine al Ministero.

La vicenda

La vicenda che ha sconvolto la Bassa risale al mese di maggio: la Guardia di finanza aveva dato esecuzione a 8 misure cautelari personali (sette arresti e una misura interdittiva) nei confronti di finanzieri, commercialisti e imprenditori residenti tra Chiari, Castelcovati e Castrezzato. A questi, durante le indagini, si erano poi aggiunte altre persone. Ieri mattina in Tribunale si era svolta la prima udienza e, se oggi Noli e Romano hanno patteggiato, per gli altri indagati se ne parlerà a novembre davanti al gup Carlo Bianchetti.

Leggi anche:  Caporalato negli immobili del padre del segretario provinciale leghista, scatta l'interrogazione

TORNA ALLA HOME PAGE