Con una bombola di gas minaccia di far esplodere la casa. Attimi di paura questa mattina a Castegnato, in via Torre. Per fortuna i militari sono riusciti a far desistere l’uomo.

Con una bombola di gas minaccia di far esplodere la casa

Sarebbe potuta finire davvero male. Invece, grazie all’intervento dei carabinieri, che prima hanno fatto evacuare le abitazioni confinanti e poi convinto l’uomo a desistere dal compiere il gesto estremo, tutto si è risolto nel giro di poco tempo. Sono stati attimi di paura e di tensione quelli vissuti dai residenti di via Torre a Castegnato.

Alle 9.30 circa di oggi i carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Chiari sono stati allertati perché un uomo, dopo essersi barricato in casa, aveva chiamato il 112 minacciando di farla finita facendosi esplodere con una bombola del gas, di cui si sentiva l’odore fino all’esterno dell’abitazione. I militari, raggiunta via Torre e accertata la situazione, hanno provveduto a far evacuare i vicini di casa, in modo da tutelarne l’incolumità in caso le cose si fossero messe nel peggiore dei modi, e poi hanno avviato un’opera di mediazione per cercare di far desistere il castegnatese dal compiere il drammatico gesto. Per fortuna i militari, dopo alcuni attimi di tensione, sono riusciti a convincerlo ad abbandonare l’idea di farsi esplodere insieme all’abitazione, scongiurando il peggio.

Leggi anche:  Omicidio nel milanese: uno dei killer arrestato a Manerbio VIDEO

Arrivati anche i carabinieri di Ospitaletto e chiamati i soccorritori, i militari sono entrati nell’abitazione e hanno aperto le finestre per far uscire il gas, mentre l’uomo è stato visitato e portato in ospedale al Civile per tutti gli accertamenti del caso. Da qualche giorno gli era stata staccata l’elettricità per via di alcuni ritardi nei pagamenti delle bollette e sarebbe stato questo, insieme ad altri problemi, a portarlo alla drammatica decisione.

TORNA ALLA HOME PAGE