Sospesa dalla Polizia di Stato l’attività commerciale, per un periodo di 30 giorni, per due locali Bresciani.

Locali sospesi per spaccio

E’stata disposta dal Questore della Provincia di Brescia ed eseguita da personale della Divisione P.A.S.I. insieme rispettivamente alla Polizia Locale e Guardia di Finanza nella mattinata di ieri, la chiusura di due Bar: il “Modì2” situato in Via Milano e il “Bar Al Faro” nel comune di Rodengo Saiano . In entrambi i casi, i provvedimenti scaturiscono dagli esiti dei numerosi controlli effettuati dalla Questura di Brescia, in particolari contesti urbani evidenziati per la presenza di individui legati al contesto criminale degli stupefacenti e della tossicodipendenza.

Vendevano droga all’interno

Nel bar di Via Milano, lo scorso 17 Luglio, durante lo svolgimento di un servizio di controllo della Polizia Locale, erano stati tratti in arresto la proprietaria del pubblico esercizio e il suo convivente, per cessione e illecita detenzione di sostanze stupefacenti. Anche nel Bar di Rodengo Saiano, lo scorso 30 maggio, durante lo svolgimento di un servizio di controllo della Guardia di Finanza il titolare era stato tratto in arresto, sorpreso per cessione e illecita detenzione di sostanze stupefacenti.

Leggi anche:  Sbanda e finisce contro i banchi del fruttivendolo a Clusane

Punto di ritrovo per pregiudicati

Alla luce di ciò, accertato che entrambi i locali sono risultati essere abituale ritrovo di persone con pregiudizi per reati in materia di stupefacenti, e tenuto conto che i titolari dei suddetti locali non si sono adoperati per garantire le condizioni minime di legalità nella gestione, il Questore ha disposto per entrambi la sospensione dell’esercizio per un periodo di 30 giorni.

TORNA ALLA HOMEPAGE