Trecentoquarantamila euro per la sicurezza del torrente Longherone e del territorio circostante. Una piccola parte del contributo erogato dal Ministero dell’Ambiente e volto a finanziare un pacchetto di opere contro il dissesto idrogeologico su tutto il territorio (315 milioni stanziati a livello nazionale, di cui 29 in Lombardia) arriverà proprio a Cazzago, andando così a completare l’opera di sistemazione già avviata per risolvere le criticità del corso d’acqua.

Torrente più sicuro

Le criticità relative alla situazione idrogeologica del Longherone, che negli anni è stato oggetto di esondazioni e altri disagi, si trascinano ormai da tempo. Fra gli interventi realizzati per alleviare le problematiche spicca la realizzazione di una vasca di spaglio e, attualmente in corso, la pulizia delle sponde e dell’alveo dell’ultimo tratto del corso d’acqua, lo svaso e rimodellamento del fondo della prima vasca del laghetto Pai e la costruzione di una nuova griglia a pettine (per trattenere tronchi, rami e altri corpi) in sostituzione a quella esistente. Una volta arrivati i fondi (per la precisione 340.300 euro) si procederà con la sistemazione in toto del corso d’acqua.

Leggi anche:  Pronti, partenza, via: si alza il sipario sulla Festa della Pedrocca

L’articolo completo sul Chiari Week in edicola da venerdì 12 luglio

TORNA ALLA HOME PAGE