Caso nomadi a Roncadelle: una fiaccolata accende la solidarietà dei roncadellesi nei confronti dei residenti di via Ghislandi

Si accende la fiaccolata

Non si placa il malcontento sulla situazione relativa al campo nomadi di via Ghislandi: l’eco dell’aggressione subita da uno dei roncadellesi residenti davanti all’insediAmento continua a risuonare. Ieri sera, su iniziativa del consigliere di oppsozione Elisa Regosa, si è tenuta una fiaccolata solidale a sostegno delle famiglie che ormai da tempo devono affrontare questa difficile convivenza. Ma anche un gesto di protesta, quello andato in scena in via Nicolajewka, per chiedere  lo sblocco di una situazione che ormai sembra essere degenerata.

Un gruppo di una cinquantina di persone ha voluto esprimere la propria rabbia attraverso questa manifestazione “silenziosa”. Tra i presenti anche Andrea Bonometti,  vittima dell’aggressione di via Ghislandi. «Siamo depressi, nonostante la denuncia sembra che le nostre richieste rimangano inascoltate», ha commentato.