Campo nomadi: degrado e minacce ai roncadellesi. E i residenti non ne possono più.

Una situazione insostenibile

Degrado, disturbo della quiete e, talvolta, anche minacce. Questa ormai è la vita quotidiana dei residenti della traversa di via Ghislandi, che dai sei anni convivono con i disagi causati dal campo nomadi piazzato davanti alle loro case. Una situazione che ormai sta diventando «insostenibile». Sebbene duri nel tempo, le prime segnalazioni formali risalgono ad aprile, raccolte in una lettera inviata all’Amministrazione in cui veniva dettagliatamente elencata la complicata situazione.

L’articolo completo sul Chiariweek in edicola da domani, venerdì 10 agosto