Un uomo è stato arrestato a Calcinato dopo aver violentato la ex moglie davanti al figlio di 3 anni.

L’uomo era già stato denunciato

Ha probabilmente manomesso il contatore dell’energia elettrica per entrare con l’inganno nella casa dove abita la ex moglie e il piccolo di 3 anni per poi violentarla. E non sarebbe nemmeno la prima volta, sul capo dell’uomo pesano già diverse segnalazioni e due denunce sporte al comando dei carabinieri di Calcinato.

Il fatto risale alla scorsa settimana, a ridosso della giornata nazionale contro la violenza sulle donne.

Il fatto

E’ il 26 novembre e il calcinatese si reca nella via  dove vivono la ex moglie e il figlio di soli 3 anni. La donna, che si trova sulla porta in procinto di uscire, si accorge che manca l’elettricità, così prima di recarsi in centro per alcune commissioni, controlla il contatore interno che risulta funzionante e così decide di recarsi al contatore generale, che si trova al pian terreno nei pressi del cancello d’ingresso alla palazzina.

Leggi anche:  Ragazzina investita sulle strisce a Rovato

L’aggressione

Ma appena varcata la rampa delle scale, l’ex marito le si palesa davanti, costringendola a rientrare nell’appartamento dove si è poi consumata la violenza sotto gli occhi del piccolo.

L’articolo in edicola dal 7 dicembre su Montichiariweek