Brucia da questa mattina (lunedì 13 maggio) il vecchio stabilimento della Tavina a Salò.

L’allarme è stato dato pochi minuti prima delle 11.30. A circondare la zona fumo e odore di plastica bruciata. Sul posto sono intervenute sette squadre di Vigili del Fuoco da Salò e da Brescia e in particolare:Salò squadra permanente e volontaria; la squadra di San Polo, un carro schiuma sotto la supervisione di un Funzionario proveniente dalla centrale di Brescia.

Intervenuto sul posto, inoltre, un Responsabile delle operazioni di Soccorso (Ros) chiamato a coordinare il lavoro delle varie squadre intervenute.

L’incendio è partito da un macchinario

Stando a quanto riportato dai Vigili del Fuoco l’incendio sarebbe partito da un macchinario destinato alla produzione e all’imbottigliamento dell’Acqua Tavina, nel corso delle operazioni di rimozione del macchinario stesso. L’intervento di bonifica e messa in sicurezza si è concluso poco prima delle 16 senza alcun ferito.

 

 

TORNA ALLA HOMEPAGE