Nel bar c’erano cocktail, birra  e droga: un mix scoperto dalla Polizia di Stato che ha portato alla sospensione della licenza del locale e all’arresto di una persona

Birra e droga al bar

L’intervento della Polizia di Stato è scattato lunedì sera nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio finalizzati anche a frenare il fenomeno del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani. Durante l’attività una Volante ha notato, all’interno di una macchina, due giovani confabulare in maniera sospetta. Gli agenti si sono avvicinati e hanno notato che uno dei due, identificato poi in A.M., buttava una bustina di carta contenente cocaina, subito recuperata dai poliziotti.
L’altro occupante, R.D. è stato trovato in possesso di un involucro di cellophane contenente stupefacente di tipo MDMA ed entrambi i soggetti avevano la disponibilità di numerose banconote. Dall’immediato controllo del veicolo gli agenti hanno trovato altre bustine contenenti sempre cocaina. A questo punto è scattata la perquisizione sia nelle abitazioni dei giovani sia nel  bar Scream Revolution di proprietà di uno dei due, nel quale sono state trovare altre confezioni di sostanza stupefacente e un’ingente somma di denaro. Per questo motivo gli agenti hanno arrestato A.M. per il reato di spaccio con contestuale sequestro
di 28,12 grammi di cocaina e 1,95 grammi di marijuana e la somma di 530 euro, mentre R.D. è stato indagato in stato di libertà per il medesimo reato con contestuale sequestro di 3,36 grammi di MDMA e la somma di 2.020. Gli accertamenti hanno consentito di accertare come il locale fungesse da luogo di occultamento di stupefacenti, e dunque luogo d’incontro, contrattazione e scambio tra soggetti connotati da condotte giuridicamente pericolose, la cui presenza rappresentava un pericolo concreto ed attuale per la collettività, in quella particolare zona della città. Pertanto il Questore di Brescia, ne ha disposto la sospensione della licenza.

Leggi anche:  Loggia illuminata di verde per la Giornata della salute mentale

TORNA ALLA HOME PAGE