“Assediati” dai vandali, i residenti dicono “basta”: sui banchi del Comune arriva una petizione firmata da un centinaio di residenti del centro.

“Sotto assedio” dai vandali

Atti di vandalismo, schiamazzi e rumori molesti, ma anche sporcizia, bottiglie di alcool e rifiuti abbandonati negli spazi comuni. E’ quanto denunciato dai residenti di via Insurrezione Nazionale, via Mazzini e delle zone limitrofe alla ciclo-pedonale, che ormai da tempo vivono sulla propria pelle una sorta di «stato d’assedio»: dall’altra parte del «fossato» gruppi di giovani e giovanissimi che, forti del fatto che il percorso «è diventato come una “terra di nessuno”, una “zona franca” e di richiamo per nuove aggregazioni “estemporanee”» che si riuniscono a ogni ora del giorno e della notte disturbando la quiete del quartiere e una tranquilla fruizione dello spazio pubblico da parte dei cittadini.

L’articolo completo sul Manerbioweek in edicola da venerdì 18 ottobre

TORNA ALLA HOME PAGE