Arrestato scassinatore: il 40enne ha tentato un furto a Maclodio e una successiva fuga guidando senza patente.

Intercettato dai carabinieri

Nella notte tra venerdì e sabato i carabinieri della Compagnia di Chiari hanno tratto in arresto un 40enne di Coccaglio, colto in flagranza di tentato furto e possesso di strumenti da scasso. I militari della stazione di Trenzano, alle 2 circa sono intervenuti a Maclodio, via Battaglia, presso un centro estetico. Un cittadino aveva comunicato alla centrale operativa che era in atto un furto presso quel negozio.

Giunti sul posto, i militari hanno accertato la forzatura dell’ingresso e visionato le immagini del sistema di videosorveglianza. Quindi è stata diramata l’immediata ricerca del soggetto e del veicolo a bordo del quale si era allontanato. Dalle immagini era risultata un’utilitaria scura con un foro nella marmitta che ne rendeva inconfondibile il rumore. Circa un quarto d’ora dopo, una pattuglia della stazione di Travagliato in servizio perlustrativo, ha intercettato la citata autovettura con a bordo il prevenuto. Alla vista dei Carabinieri, il 40enne ha spento i fari e intrapreso una breve fuga. Durante la corsa, ha gettato dal finestrino un piede di porco, poi recuperato. L’uomo è stato poi bloccato dopo poco a Lograto dai militari.

Leggi anche:  Catturavano e rivendevano uccelli protetti: nei guai cinque persone

Arrestato scassinatore

La perquisizione veicolare ha permesso di rinvenire dentro l’abitacolo altri attrezzi da scasso, di cui il soggetto non era riuscito a liberarsi. Inoltre sono stati trovati anche un paio di guanti da lavoro ed un berretto di lana, tutti utilizzati poco prima dal malvivente nel tentativo di entrare nel centro estetico. Nella circostanza i militari hanno accertato anche nei confronti del medesimo la violazione penale per guida senza patente. L’arresto è stato convalidato con rito direttissimo. Ora è agli arresti domiciliari in attesa del processo.