Un entusiasmante viaggio nella storia mercoledì sera a Pontevico

Alessandro Magno a Oltre il teatro

Il racconto risultato dello scavare a fondo della sua vita, nelle vicende personali, sino a dove è dato sapere. Un format consolidato quello della rassegna di Oltre il teatro che va in scena nella sua quarta edizione da un’idea dell’associazione “Le Muse”. Nella serata di mercoledì, alle 21, presso il teatro comunale, gli spettatori saranno coinvolti dai narratori che faranno vivere da vicino il personaggio, il suo sogno verso l’Oriente e la via della seta, di cui il Grande è stato pioniere nell’apertura di un tratto della stessa.

Il tema d’ispirazione di questa quarta rassegna è il ritratto. Così la prima serata ha toccato il ritratto del personaggio Beethoven, il mese scorso, ora Alessandro Magno, e il prossimo mese Leonardo Da Vinci.

Il filo conduttore di queste grandi personalità della storia non è di certo sul piano cronologico, ne tantomeno quello storico, ma il focus è inerente la vita, le imprese o le attività artistiche, viste con una filigrana del tutto personale di ciascuno di loro, toccando le vicende famigliari, personali, caratteriali e il contesto che li ha caratterizzati.

Leggi anche:  San Vitale a Campazzo

La serata

Proprio per dar maggior risalto al contesto oltre alla voce narrante che racconterà quanto anticipato, ad arricchimento di questo, interverranno dei correlatori con delle piccole interpretazioni che amplieranno il panorama del personaggio. Per quanto concerne il superamento di un confine geografico noto, quello occidentale, nella proiezione verso l’oriente, non poteva non essere protagonista Alessandro Magno. I contenuti della serata si possono immaginare come una sorta di serpentone, quale è la via della seta, dove arrivano tantissimi affluenti, portando sollecitazioni e ispirazioni occidentali in oriente e viceversa.

Perché proprio la via della seta? Proprio perché il Grande ne aveva aperto un varco. Il racconto della voce narrante arriverà dunque fino a quel momento per poi proseguire con una serie di altri apporti, quale il terzo relatore, e gli apporti musicali del maestro Claudio Severgnini.

Un mondo che va a vestirsi di cultura a trecentosessanta gradi.

Non mancate.