Al Canile di Calcinatello è tornata l’acqua, salvi i pelosi del San Rocco. L’appello disperato della proprietaria Adelina Abeni  partito da Calcinato ha mobilitato  centinaia di cuori ma soprattutto di offerte concrete.

La vicenda

Niente acqua. La proprietaria Adelina Abeni che da anni gestisce con l’aiuto di soli volontari il canile di via Brescia realizza che il contatore non è in funzione. Dopo le prime verifiche partono le prime telefonate, prima ad Acque Bresciane, poi al Comune. La risposta è che trattandosi di una situazione d’insolvenza che perdura da anni, il servizio potrà essere ripristinato una volta saldato il debito che ammonta a 27mila euro. “Il totale è elevatissimo – commenta la proprietaria, quando ci siamo resi conto durante le pulizie che il contatore era fermo abbiamo subito cercato di contattare l’ente. Purtroppo lo ammetto, non sono riuscita a pagare alcune bollette, le spese sono tante ma il punto è che si sono accumulate per un malinteso”. La storia che racconta inizia nel 2012.

Adelina Abeni, l'appello della proprietaria

Il passaggio della gestione idrica

“Come canile comunale non pagavamo l’acqua, era un accordo che avevamo con il Comune quando era l’amministrazione che gestiva il servizio idrico. Quando la gestione è passata a Garda Uno, loro hanno iniziato a produrre le bollette, ma la situazione è rimasta congelata, io non le ho mai ricevute nè ho mai ricevuto la comunicazione che con il passaggio a questo ente avrei dovuto iniziare a pagare l’acqua. Non lo avevamo mai fatto prima perchè secondo l’amministrazione il canile era un servizio per la comunità. Una volta scoperto il debito, ho iniziato a pagare, ma alcune bollette erano elevate, anche di 15mila euro, e alcune non sono riuscita a pagarle. Lo ammetto, ho sbagliato”.
Scoperte le fatture da saldare la proprietaria chiede a Garda Uno un piano di rientro a rate e la tariffa agevolata per gli allevamenti, ma la richiesta, non viene accettata e la categoria che viene assegnata è quella domestica.
“Alcune sono riuscita a pagarle – ammette –  altre no, e quando la gestione dell’acqua è passata ad Acque Bresciane, il debito è passato a loro”.

Leggi anche:  Festa della Alberelle, partecipazione alle stelle per la gara podistica

Da Garda Uno ad Acque Bresciane

La gestione del servizio idrico era passata dal Comune a Garda Uno nel 2012. L’ente gestore che ha sede a Padenghe si occupa in collaborazione con i Comuni di Igiene Urbana, Energia e mobilità. Ente nel cui cdA era stato nominato proprio nel luglio del 2017 l’allora vicesindaco di Calcinato Alberto Bertagna. Il servizio gestito fino al 31 dicembre del 2017 da Garda Uno passa dal 1 gennaio 2018 ad Acque Bresciane. Il neo sindaco Nicoletta Maestri, contattato dalla redazione affinchè potesse esprimere la posizione dell’Amministrazione, ha scelto di non rispondere.

 

Gli aiuti e la mediazione

Dopo la mobilitazione del web, di associazioni e cittadini Acque Bresciane ha offerto alla proprietaria un piano di rientro a rate, 5mila euro entro pochi giorni e il resto con una rata mensile di 500 euro. “Sono sollevata ora, ma devo ringraziare le decine di persone che si sono mobilitate per me e per i cani. Abbiamo ricevuto tantissime offerte dirette e bonifici, solo oggi sono arrivate decine di persone con casse e taniche d’acqua. Gli aiuti sono arrivati anche da alcune associazioni animaliste, perfino da Roma. Grazie a tutti di cuore”.La questione è in parte risolta, l’acqua è tornata nel canile di San Rocco ma ora rimane da pagare. Le offerte a favore del Canile di Calcinatello sono ancora quindi di fondamentale importanza per la continuazione del servizio.  “Un canile non ha bisogno dell’acqua solamente per abbeverare i cani, è igiene e sicurezza sanitaria e le spese sono tantissime, dall’alimentazione, alle cure veterinarie, agli antiparassitari, soprattutto in questo periodo dell’anno. Grazie ancora a tutti per quello che potrete fare per noi”.

Adelina nel suo canile protegge e alleva più di 200 cani, ciascuno dei quali porta con sé un passato di solitudine e abbandono. Per chi volesse aiutare il canile ecco l’iban IT98N 07601 11200 000057978157. La causale da indicare è “Acqua del canile Calcinatello”.