Aggredisce la madre con un coltello da cucina: nei guai un clarense del 1988.

Aggredisce la madre con un coltello: il fatto

Era a casa per il fine settimana. Come al solito. Visto che dal lunedì al venerdì lavora all’estero. Ma questa volta B.G. ha perso completamente il controllo. Sotto l’effetto dell’alcol, il ragazzo ha aggredito la madre mettendole un coltello da cucina in bocca. Per la donna, classe 1961, una brutta ferita: 15 giorni di prognosi. Per questo motivo il ragazzo è stato denunciato per lesioni personali e minacce aggravate.

Prima le urla

Quella andata in scena venerdì scorso è una brutta storia di violenza domestica. Divisa in due momenti. Prima le urla e il casino in casa, poi l’aggressione. Infatti, quella sera sono stati i vicini a chiamare per primi i carabinieri. Sul posto, attorno alle 22, sono intervenuti i militari del Radiomobile. Quando sono entrati nell’appartamento, situato nel centro di Chiari, hanno trovato tutto sottosopra. In quel momento, però, non c’era alcun segno di violenza fisica. Ma quella notte per la donna è stata un vero incubo. Soltanto due ore dopo è stata lei a chiamare le Forze dell’ordine. Fondamentale l’intervento dei militari agli ordini del comandante Nicola Firrarello.

Leggi anche:  Infortunio sul lavoro a Chiari: 23enne in ospedale

Tutta colpa dei soldi

A quanto pare il ragazzo avrebbe aggredito e minacciato la madre per avere i soldi. I propri soldi, per questo non è stato denunciato per rapina. Ma la madre voleva in qualche modo aiutarlo. Sapeva che il denaro gli sarebbe servito per la settimana di lavoro. Ma il ragazzo ha perso il controllo. La 56enne ha trovato il coraggio di sporgere denuncia, ma come capita spesso in queste circostanze, ha provato a proteggere il figlio. Ha sostenuto che è stata lei ad andare contro la lama e non viceversa.