A Carpendolo, e non solo, il giovane Andrea Ferrari, conosciuto come “Jack” di soli 29 anni, ha lasciato un vuoto immenso nel cuore dei tanti che lo conoscevano. Sempre con il sorriso, un amico vero, “uno giusto” lo ricordano gli amici.

Addio al giovane Andrea Ferrari: “Ciao Jack, grazie di tutto”

Dopo una vita passata a Carpendolo, Andrea, con la famiglia si era trasferito a Mezzane, frazione di Calvisano, da pochi anni e dal 2015 lavorava nella sede della Coldiretti di Asola, “Era una spalla per me” ha commentato ancora incredulo il segretario di zona Marco Scalvini. Da qualche mese non si sentiva molto bene e ad ottobre aveva fatto una operazione per togliere una ciste. Tra alti e bassi, sembrava che la situazione fosse migliorata e, invece, proprio durante il periodo delle feste, Andrea si è aggravato ed è spirato nella notte appena trascorsa.

Gli amici non hanno parole per esprimere il dolore della perdita, alcuni lo ringraziano per tutto ciò che ha donato in vita, per la persona speciale che era e che rimarrà per sempre.

Leggi anche:  Anziano muore a Roncadelle

L’estremo saluto a Jack si svolgerà nella chiesa di Carpendolo  sabato 5 gennaio alle 9.30 partendo dall’abitazione di via don Elio Sperloni 32, a Mezzane alle 9.10. L’articolo completo in edicola con MontichiariWeek e GardaWeek da venerdì 4 gennaio.

 

TORNA ALLA HOME