Un ottantenne della Valsabbia è stato denunciato per possesso di sostanze stupefacenti e per detenzione illegali di avifauna protetta: nel freezer 210 uccelli e 5 esemplari vivi nelle gabbie.

Perquisizione

L’uomo è stato sottoposto a perquisizione domiciliare d’iniziativa per la ricerca di sostanze stupefacenti poiché a seguito di una precedente attività informativa si sospettava che potesse coltivare piante di canapa per produrre sostanza stupefacente del tipo marijuana, veniva sorpreso con 9 piante di cannabis indica in avanzato stato di fioritura che coltivava nel giardino di casa.

Sul posto i Carabinieri delle stazioni di Sabbio Chiese e Vobarno e della Stazione Forestale di Vobarno.

Animali protetti

Durante la perquisizione sono stati trovati all’interno di un congelatore, 210 esemplari morti di avifauna particolarmente protetta. In alcune gabbie c’erano invece 5 esemplari vivi di avifauna protetta e particolarmente protetta detenuti illecitamente in quanto privi di anello identificativo inamovibile.

In casa dell’80enne sono state trovate anche 32 trappole di vario tipo (sep, reti, archetti) per la cattura di avifauna selvatica.

I cinque animali protetti sono stati consegnati a un ente per il recupero degli animali selvatici.

Leggi anche:  Armi e droga in casa, arrestato 48enne di Cigole