Commenti Recenti

Carissimo Casting Director DIEGO SOMIGLIANA ,
sono l’Attore Trentino FRANCO MOSCON ho 67 anni e sono nel mondo del Cinema da 52 anni con al mio attivo 138 Film interpretati assieme ad Attori e registi famosi italiani ed internazionali. Le scrivo per chiederle gentilmente se per caso c’era la possibilita’ di partecipare al casting odierno in quel di SALO’ per un piccolo Ruolo nel Film ” IL CATTIVO POETA ” inerente la vita di GABRIELE D?ANNUNZIO al quale ci terrei molto partecipare sebbene come da sue raccomandazioni non abito in Prov. di Brescia ma nella limitrofa Prov. di Trento OK !!! Cortesemente mi puo’ o mi potete contattare anche con un Messaggio o chiamata sul mio Cell. 349 1448608 o sulla mia Mail franco.moscon@gmail.com che nel caso farei un salto li da voi oggi 13 Dic. Pomeriggio . Grazie di Cuore e buon lavoro a tutti voi Dr. Franco Moscon

13 dicembre alle 10:47

Organizzazione pessima e provinciale. Se si scrive che il casting inizia alle ore 15.00 non si comincia a dare il numerino alle ore 13.00 alle persone che erano già arrivate. Quindi alle 14.45 avendo già assegnato 300 numeri decidono di smettere e di mandare a casa chi è rimasto e chi continua e continuerà ad arrivare (dato che è un casting aperto), trattati come carne da macello. Rimane l’amarezza di chi era comunque in coda da ore (coda per il numero senza transenna con gente che si infilava ovunque) e aveva fatto i salti mortali per essere lì. Semplicemente vergognoso.

10 dicembre alle 18:19

Remedello ringrazia tutti quelli che hanno reso un successo questo evento…..amministrazione, organizzatori, volontari, espositori, associazioni, babbi natale con babbina e le elfine e tutti quelli che sono venuti a trovarci….grazie di cuore a tutti…a

10 dicembre alle 13:02

Finalmente qualcuno si interessa del territorio di Palazzolo. Dovrebbe essere il comune che si accerta di situazioni segnalate dai cittadini e non l’opposizione ma evidentemente si preoccupano di altri e di altro! Impotenza o voti certi?!

8 dicembre alle 18:59

Non so chi vi ha dato l’informazione ma la Sig. Giuliana non è la vedova di Urgnani Luigi, ne ci ha passato assieme.una vita intera. Ma chi le ha scritte queste cose?
La vedova di Gigi è Raccagni Monica. Lo sanno tutti.
Chiedete almeno scusa pubblicamente

8 dicembre alle 15:10

Una cosa incredibile che una delle piú prosperose regioni d’Europa, abbia un servizio pendolari da TERZO MONDO. VERGOGNA !

7 dicembre alle 08:44

Disoonibile

2 dicembre alle 21:10

Grande iniziativa
Ma ….far partecipi i genitori di Nadia era troppo difficile?
Salvino P.

27 novembre alle 11:17
Da Lorenzo Dell'Aglio su Censiti i 1790 alberi di Lonato

L’Assessore all’ecologia è una grande Persona. Da parte mia, tutte le richieste effettuate, sono state evase in maniera rapida e professionale . In quanto al censimento del verde pubblico, è stato un lavoro di alta professionabilita’ per il bene delle piante , e dell’incolumita’ delle persone .

21 novembre alle 16:01

quando si crede nel TRICOLORE—- gentile sindaco grazie per non essersi dimenticato di quel triste giorno , io ero li. GRAZIE

11 novembre alle 12:44

Mi stringo al forte dolore dei suoi genitori e della sua sorellina. Ciao Giorgio piccolo Angioletto😢

7 novembre alle 09:41

Grande Comaglio!!!

6 novembre alle 15:16

Lo “spiacevole” accaduto al “Floriani” di Vimercate è uno dei numerosissimi segnali che la “comunità studentesca” lancia allo Stato, segnatamente a quanti si occupano di Scuola, per lavoro o per altri interessi. Chi ha lavorato nella Scuola, da docente per 30 o 40 anni, coglie, con indicibile rammarico, il notevole ritardo che lo Stato ha accumulato, negli ultimi decenni, per dotarsi di norme e strumenti in grado di rispondere adeguatamente al degrado civile e morale che ha raggiunto, una certa parte della popolazione studentesca oggi. E chiunque abbia il minimo buon senso, si chiederà e la Scuola Italiana ne uscirà… Da domani, speriamo, il sole possa tornare a far luce su questo spaventoso decadentismo della Scuola.

31 ottobre alle 23:00

A Verolavecchia sta diluviando

29 ottobre alle 09:59

Da quando ho iniziato a lavorare con gli agricoltori, sono trascorsi ormai più di una cinquantina d’anni, ho sempre assistito ai tentativi dell’industria di scaricare sui terreni o alimentare il bestiame con scarti di lavorazione cercando di illudere, e spesso riuscendoci, che regalavano o fornivano ad un ottimo prezzo del materiale utile per l’agricoltura e che, invece, gli industriali non sapevano dove smaltire se non a costi elevati. In un’epoca in cui si cerca di diffondere e affermare le colture e gli alimenti biologici, questi tentativi sono davvero criminali. Bene fanno dunque i diretti interessati e le amministrazioni locali a combattere queste pratiche nocive per la salute delle piante, degli animali e, in definitiva, delle persone. Non so se è vero, ma ho letto che l’attuale governo pentastellato ha proposto di innalzare di venti volte il limiti di spargimento dei rifiuti nei terreni. Se la notizia fosse vera sarebbe davvero molto deludente che un partito che si definisce ambientalista subisse l’egemonia dell’altro contraente.

25 ottobre alle 11:42

Ottimo l’articolo di Veronica Crescente su Don Angiolino Cobelli!

14 ottobre alle 08:19

Al momento si segnalano ancora diversi furti in abitazioni soprattutto di giorno. Quindi non capisco come tutte queste dotazioni di telecamere ai varchi non riescano a frenare questo fenomeno. Nemmeno il contrOllolai del vicinato. Che fare ? Sono utilizzate correttamente?

10 ottobre alle 21:30

Ms il piromane é in carcere o è stato rilasciato?

9 ottobre alle 22:47

E diventato uno schifo per i soldi ti fanno morire tutti, a loro non interessa inquinare con le discariche o buttare porcheria nei campi, dopo che si paga per smaltire ti fanno morire lo stesso.

8 ottobre alle 18:25

Leggo di questo spiacevole inconveniente accaduto ad un compagno di passione
Mi chiedo come sia possibile che scriviate parole come “aeroplanino”, “aliante” e “singolare incidente”. Stiamo parlando di di un gioco? Io non credo…o meglio, spero non lo consideriate tale.
Scrivere “lamiere dell’aliante” è come commentare un incidente d’auto parlando di resti di una motocicletta.
Detto questo: viva il giornalismo fatto con informazione e correttamente e soprattutto buona guarigione alle persone coinvolte. E soprattutto, a presto tra le nuvole!
Mattia

7 ottobre alle 21:21

Bella situazione, che continuando così si allargherà come quando si tira una pietra in uno stagno. A furia di guardare il ‘PIL’ ci ritroveremo col sedere aq terra ,senza possibilità di appelloe saremo vittime del nostro ste4sso egoismo avido.

7 ottobre alle 18:09

Basterebbe che le barriere si abbassassero circa un minuto prima del passaggio del convoglio, (manovre comprese e magari con un operatore e non comandate da un computer programmato male), e si alzassero due secondi dopo il passaggio del convoglio stesso. Il codice della strada che conosco prevedeva l’azionarsi delle barriere “almeno 25 secondi prima del passaggio del treno più veloce “; non mi pare faccia menzione del tempo dopo il passaggio del treno, ma per questo basterebbe solo usare l’intelligenza. Una volta ho visto un’ambulanza con le luci di emergenza attive rimanere ferma davanti alle sbarre abbassate per diversi minuti. I sensori elettronici (doppi e/o tripli per sicurezza) oggigiorno non costano quasi nulla e sono affidabilissimi. L’installazione e la manutenzione degli stessi andrebbe a specialisti delle ferrovie; si sa che il personale non manca (senza polemiche). Inoltre, e questo si può attuare (anzi si dovrebbe) subito: i semafori posti prima del passaggio a livello si devono accendere (rosso) pochissimi attimi prima dell’abbassarsi delle barriere, e spegnersi all’alzarsi delle stesse (e non dopo diversi secondi); sennò obbligano i transitanti sulle strade, auto, moto o pedoni che siano, a passare con il rosso. Si vada a controllare.

2 ottobre alle 11:38

Speriamo che domattina, si possano alzare tutti dal letto, più in forma che mai.
In bocca al lupo, ragazzi.

1 ottobre alle 23:55

Finalmente ti hanno beccato anche se non riavrò la mia macchina spero che ti diano 20 anni

1 ottobre alle 17:45

don mario 6 un grande

1 ottobre alle 10:36