I ragazzi della 3E delle medie di Bagnolo Mella hanno proposto soluzioni per l’ambiente.

Studenti ambientalisti

L’ambiente è sempre più minacciato e ferito dall’incuranza di troppe persone. Un serio problema per il presente e una grave minaccia per il futuro delle nuove generazioni. Proprio partendo da queste considerazioni gli alunni della 3E della scuola secondaria di primo grado di Bagnolo Mella, guidati in questo lavoro dalla professoressa Antonella Lorandi, hanno deciso di portare il loro contributo concreto con un lavoro che è stato presentato al sindaco Cristina Almici e all’assessore all’ambiente Pietro Sturla direttamente nella sede del Municipio. Nell’ufficio del sindaco, adattato per la significativa occasione, si è così tenuta una lezione del tutto speciale per i giovani cittadini del futuro che hanno illustrato il risultato del loro impegno. Ne è infatti uscito un vero e proprio documento, chiamato appunto “Memorandum” per la necessità di tenere bene a mente i comportamenti da tenere e quelli da evitare, attraverso il quale i ragazzi della 3E hanno segnalato i comportamenti più dannosi per l’ambiente e proposto alcuni suggerimenti.

Leggi anche:  Gardaweek è in edicola. La prima pagina edizione bresciana

TORNA ALLA HOME PAGE