The Boo e Dellino Farmer, il rapper della bassa bresciana, insieme con un nuovo brano che celebra il ritorno del Brescia in serie A.

Destinato a diventare un tormentone

Forsa Brèsa, questo il titolo della canzone che si può ascoltare da  YouTube e con  testo rigorosamente in dialetto bresciano.

La chiave del progetto è l’ironia con la quale tratteggiano le emozioni provate dai tifosi per il tanto auspicato ritorno in serie A della propria squadra del cuore.

Il video (uscito venerdì) è stato realizzato negli spazi esterni dello stadio Rigamonti. Presenti, inoltre, alcuni break-dancer salodiani.

I The Boo

Il gruppo nasce nel 2014. Con un sogno nel cassetto cinque ragazzi (Giovanni Bertolotti di Raffa di Puegnago; Aurora Righettini di Toscolano Maderno; Matteo Tignonsini e Enrico Bertoldi di Soprazzocco di Gavardo e Claudia Baruzzi di Provaglio Val Sabbia) hanno iniziato a mettere in pratica ciò che avevano appreso in anni di canto corale, nelle piazze e nelle vie più belle delle città del nord Italia allietando i passanti con canti natalizi rimodernati.

La svolta una mattina di dicembre a Desenzano: per ringraziare un venditore itinerante di un mercatino di Natale che aveva offerto loro del buon Vin Brulé in cambio di un bis della famosa Jingle Bells ad uno dei componenti venne un motivetto che subito trovò compimento nel ritornello della ormai famosa canzone riadattamento della sopra citata. Durante l’estate il testo completo e la conseguente realizzazione di un video.

Leggi anche:  Piantati a Chiari cinquanta nuovi alberi GALLERY

Nella strada verso Sirmione, tornato il tempo natalizio quella canzone viene cantata. Ma quel pomeriggio e i giorni successivi non furono come se li aspettavano. Decine e poi centinaia di migliaia di visualizzazioni, complimenti e incitamenti a continuare da ogni dove:

«Il nostro desiderio è quello di metterci in gioco per portare il nostro stile caratterizzato dalla semplicità, simpatia, attaccamento alle nostre origini con uno sguardo alla internazionalità al servizio di associazioni, teatri, chiese – hanno spiegato – Il sogno rimane quello di riuscire ad avere un concerto di Natale classico e rivisitato parzialmente con tutto ciò che di simpatico e geniale potrebbe venirci in mente per strappare un sorriso a grandi e piccini…con in più qualche chicca extra-natalizia».

Il video è stato realizzato in collaborazione con Hawk Production.

TORNA ALLA HOMEPAGE