E’ l’unico negozio “Zero Waste” su territorio bresciano, il “Desi sfuseria alimentare” è una realtà in cui il cibo è venduto solo ed esclusivamente senza alcun tipo di imballo in plastica o monouso, ma solo in carta, vetro, biodegradabile, vuoti a rendere.

Un circolo virtuoso

Il cliente acquista, e paga solo ciò che effettivamente serve. In tutta Italia esiste una rete di una ventina di botteghe indipendenti, ad oggi, “Bisogna fare maggiore attenzione alla materia prima – ha spiegato Laura Desiato, proprietaria del negozio – un problema come quello della plastica può essere affrontato anche in questo modo”.

Sugli scaffali è possibile trovare solo alimenti km 0, nazionali, niente grandi marche, ma grande qualità. La presenza dei dispenser permette di scegliere la voluta quantità di prodotto evitando così sprechi di cibo. 300 prodotti, tra alimentari e detersivi per la casa. La proprietaria ha realizzato il locale dopo aver approfondito la questione durante alcuni viaggi nei paesi del North d’Europa, precursori, questi, del metodo. “Vi è una crescente domanda negli ultimi anni, di prodotti e servizi che si occupano di sostenibilità. Si tratta semplicemente di capire e mettere in atto la cultura della circolarità”, ha spiegato Desiato.

Leggi anche:  Pulire il mondo dai rifiuti diventa virale grazie a un coccagliese

Un messaggio importante

Non solo sensibilizzare all’azione diretta e ad un impatto ecologico zero, ma educare ad un alimentazione sana. Tutto ciò che è sfuso non è a lunga conservazione, il che vuol dire che non contiene chimica additiva per il mantenimento, un cibo più sano e che aiuta il pianeta. Un nuovo modo di fare la spesa all’insegna del necessario e del rispetto dell’ambiente. Il non utilizzo delle confezioni permette di ridurre il numero di imballaggi, tra i più difficili da riciclare, riduce il costo del prodotto e fa risparmiare sulle materie prime come la quantità di acqua, l’energia che vengono utilizzate per la loro produzione.

TORNA ALLA HOME