Scoperta questa mattina la targa che intitola al commissario Gino Zanardini il comando della Polizia Locale di Toscolano Maderno.

In centinaia per Gino

In centinaia hanno voluto presenziare alla cerimonia d’intitolazione, dalla famiglia alle autorità, dagli amici ai colleghi di tutta Italia. Presenti, fra gli altri, il colonnello della Guardia di Finanza Salvatore Russo, il viceprefetto Stefano Simeone, il comandante dei Carabinieri di Salò Alessandro Firinu e numerosi rappresentanti delle amministrazioni locali.

Dopo la cerimonia dell’alzabandiera, il folto corteo ha raggiunto il cortile interno del Municipio dove ha sede il comando dei Vigili. Lì alcune autorità hanno voluto condividere con la folla presente alcuni ricordi di Gino Zanardini a un anno dalla sua scomparsa non senza momenti di vera commozione. Toccante la lettera dedicata a Gino dai colleghi toscomadernesi letta da Diletta Zumbo, all’epoca del fatto in forza alla Locale era stata la compagna di Zanardini durante il tragico sopralluogo.

«Intitoliamo il comando che era in parte suo – ha detto l’attuale comandante Faoro Werner – è un giusto tributo alla sua memoria».

Leggi anche:  Serata di festa per l'Atletica Pompiano

A scoprire la targa la moglie del commissario Giovanna mentre il nipote Tommaso stringeva il cappello che fu della sua uniforme.

Per rendere omaggio all’amato vice comandante anche i bambini della primaria che hanno letto una poesia e al termine hanno depositato ai piedi della corona d’alloro le classiche «palette» in dotazione agli agenti create da loro.

 

 

TORNA ALLA HOME