Padre Sebastiano Borriero si è spento questa mattina all’alba nel vicentino. Era stato l’ultimo custode del convento dell’Annunciata.

Rovato e Coccaglio piangono l’ultimo custode dell’Annunciata

Padre Sebastiano Borriero aveva fatto della propria vita l’occasione straordinaria per dedicarsi al prossimo, sempre pronto ad aiutare gli altri e a condividere con loro la propria visione “moderna” della vita e del mondo. Si è spento all’alba di questa mattina, martedì, lasciando in lacrime non solo il suo paese natale, ma anche altre due comunità, quelle di Coccaglio e Rovato. Negli ultimi quindici giorni le sue condizioni sono precipitate. Era l’ultimo custode del convento dell’Annunciata.

La vita

Classe 1932 ed originario di Schio, comune nella Provincia di Vicenza, il padre fu per qualche anno priore al Santa Maria del Cengio, dove insegnava matematica a una trentina di ragazzi. Dimostrò qui di essere un uomo dalle larghe vedute e dall’animo ricco di sensibilità e umanità.

Aveva poi fatto del convento dell’Annunciata, sul monte Orfano, la propria casa sin dal 1973. Qui padre Sebastiano convertì tutti i 6 ettari di terreno del convento in vigneti e si dedicò alla piantagione di quasi 110 ulivi. Ma non era solo un lavoratore instancabile e un vignaiolo: padre Sebastiano era anche un distillatore di grappe, autore di poesie e sculture in legno, oltre che un esperto teologo.

Leggi anche:  Montichiari: rievocazione storica del circuito internazionale Brescia - Montichiari

Un grande vuoto dopo la sua partenza

Nell’agosto del 2017 però, causa problemi di salute, dovette lasciare a malincuore quella che aveva sempre sentito come sua casa, il convento dell’Annunciata. Si trasferì nell’infermeria provinciale dei Servi di Maria a Monte Berico di Vicenza, portando con sé pochi oggetti e molti ricordi. La partenza di padre Sebastiano aveva lasciato un grande vuoto nel cuore e nelle vite di rovatesi e coccagliesi, che avevano perso non solo una guida spirituale, ma anche e soprattutto una persona dall’animo grande e sensibile, sempre pronta ad aiutare gli altri, soprattutto i bisognosi.

Riposerà per sempre a Coccaglio

Le comunità di Coccaglio e Rovato dicono addio a un punto di riferimento, a un padre che ha dedicato la sua vita al servizio degli altri e alla profusione dell’integrazione e della tolleranza. Per sua volontà, già espressa in vita, la sua salma sarà tumulata al cimitero di Coccaglio, vicino all’amico Pasquale Ramera.

TORNA ALLA HOME PAGE