Restauro villa: contributo da 200mila euro per la Cicogna Rampana. Aggiudicato il bando di Fondazione Cariplo per il rifacimento del tetto e l’adeguamento sismico della villa di Palazzolo.

Restauro villa Contributo da 200mila euro per la Cicogna Rampana

Finalmente un contributo da 200mila euro per sistemare uno dei gioielli sotrici e architettonici di Palazzolo: villa Damioli della Fondazione Cicogna Rampana. Grazie al bando della Fondazione Cariplo, l’ente guidato da Gian Andrea Rossi ora potrà sistemare la copertura della villa. Il tetto è sicuramente la parte messa peggio della struttura. Ma il finanziamento servirà anche per l’adeguamento sismico. Da qui a ottobre verrà redatto il progetto e a partire dal 2019 dovrebbero iniziare i lavori. Grande soddisfazione da parte del Direttivo della Fondazione, composto da Rossi, Katia Guerini, Giovanni Zoppi e dall’architetto Stefano Barbò. Proprio quest’ultimo seguirà il progetto insieme ad altri esperti dopo aver studiato la villa.

Il contributo

Ma i soldi non arrivano soltanto da Fondazione Cariplo che mette sul tavolo solo una parte: 116mila euro. Il resto lo mettono la Cicogna Rampana (30mila euro), l’associazione Secco Suardo (10mila euro) e ben 40mila il Comune. Presente alla conferenza stampa di oggi c’era il vicesindaco Gianmarco Cossandi che ha parlato di un progetto “per recuperare l’edificio a livello artistico e architettonico, ma anche per rilanciare a livello culturale le attività della Fondazione”.

Leggi anche:  Bilancio partecipativo: firmata convenzione per il mezzo per disabili

Ulteriori dettagli saranno pubblicati sul numero di ChiariWeek in edicola venerdì 30 marzo.