Questa sera alle 20.30 al teatro Cristal il concerto di Santo Stefano, ultimo appuntamento della stagione nella quale l’Associazione Banda Cittadina di Salò ha festeggiato i duecento anni.

Un evento divenuto tradizione

Sono ormai vent’anni che, salvo una edizione svolta nel Duomo e una edizione tenuta nella chiesa di San Bernardino, il concerto ha luogo nei locali del teatro Cristal.

Da alcuni anni al concerto contribuisce anche la Junior Band e Little Band e costituisce anche l’occasione per presentare al pubblico, che da anni lo segue, quanto fatto nell’anno e le prospettive future del complesso musicale.

La presenza di tre organici all’interno dell’ associazione garantisce  il ricambio atto alla sostituzione dei musicanti che per vari motivi ritengono di cessare la loro partecipazione.

I tre pilastri dell’associazione

Tre sono i pilastri sui quali l’Orchestra di fiati fonda il proprio ricambio: la Scuola di Musica “Lucia Bolleri”, la “Little Band” e la “Junior Band”.

La Scuola di Musica fornisce il contesto culturale che è la base per l’attività strumentistica.

La “Junior Band” diretta sin dalla sua origine da Chiara Turati ha finito per diventare un corpo bandistico a tutti gli effetti, dotato di un proprio repertorio e svolgente un suo programma concertistico.

Va ricordato che la Junior Band ha partecipato all’importante evento che sotto l’insegna di «Flicorno D’oro» viene annualmente presentato a Riva del Garda e al quale concorrono corpi bandistici provenienti dall’Italia e dall’estero.

Nell’edizione del 2015 la Junior Band di Salò si è classificata prima assoluta nella Categoria Giovanile. La giuria era presieduta da Johan De Meij, considerato uno dei più importanti arrangiatori di musiche per banda e che ha percorso una completa carriera passando da strumentista a direttore e compositore.

Leggi anche:  Brunetto, ennesimo successo a La Sai L'ultima

La «Little Band» diretta da Enrico Corsi costituisce la prima offerta rivolta ai giovanissimi allievi che permette di dar loro la possibilità di suonare in un corpo bandistico e di imparare quindi quel necessario spirito di corpo che è il preludio ad ogni attività concertistica.

Ogni anno, musicanti della Junior Band che superano determinati requisiti, entrano a far parte dell’Orchestra di Fiati che così si alimenta con le proprie forze.

Proprio in questi giorni si è tenuto il tanto sospirato passaggio: da gennaio entreranno in Orchestra otto nuovi ragazzi/e, in Junior sono passati venti bambini/e.

Questi giovani costituiscono la migliore garanzia per il futuro e la certezza della continuità.

Un ricco programma

Il programma dell’orchestra di fiati ripercorrerà gli anniversari musicali sui quali si è basata l’offerta artistica di quest’anno, in occasione dei festeggiamenti del duecentesimo della fondazione.

Accanto a Tchaikosky, Rossini, Gershiwn, il genio di Bernstein mentre l’augurio di fine anno sarà affidato alla composizione swing -jazz di Robert Sheldon.

Sorpresa finale sarà la presenza delle tre formazioni in contemporanea.

L’evento è patrocinato dal comune di Salò.

TORNA ALLA HOMEPAGE