Presentato a Barbariga il progetto MEET 2IN. Protagonisti il sindaco Uccelli e i rappresentanti della cooperativa Kemay che viaggeranno in Europa.

Presentato a Barbariga il progetto MEET 2IN

Questa mattina, nel Comune di Barbariga, il sindaco Giacomo Uccelli e alcuni rappresentanti della cooperativa Kemay, legata alla Caritas, hanno presentato il progetto MEET 2IN, “Meeting and training in Europa verso nuove forme d’integrazione fra pubblico e privato sociale”. Insieme al Presidente di Kemay Stefano Savoldi, a Valentina Porteri, educatrice, e a Stefania Cingia, responsabile della comunicazione, Uccelli ha da poco condotto un viaggio a Bruxelles che aveva lo scopo, appunto, di osservare e trarre spunto dalle migliori pratiche di integrazione dei richiedenti asilo. In programma ci sono altre trasferte, sia all’estero, dalla Svezia al Portogallo, sia in Italia, nelle altre città che hanno aderito a MEET 2IN: Firenze, Trieste, Lecce e Agrigento.

«È un orgoglio, per Barbariga, presenziare a fianco di Comuni ben più grandi e famosi del nostro» ha detto il sindaco. La cooperativa Kemay agisce a Barbariga da un paio d’anni, da quando il Comune ha deciso di accogliere sette ragazzi richiedenti asilo. «La nostra collaborazione ha dato esiti sorprendenti e felici – ha aggiunto Uccelli – i sette ragazzi hanno trovato impiego in alcune aziende agricole della zona. È la prova che, se ciascun paese decidesse di fare la sua parte, più che di “problema” legato all’integrazione parleremmo di opportunità».

Leggi anche:  Mercoledì nero: domani sciopero dei mezzi

TORNA ALLA HOMEPAGE