Con il porta a porta vola la raccolta differenziata

Primo tempo di bilanci per il nuovo metodo di raccolta rifiuti.  L’Amministrazione comunale di San Gervasio Bresciano, guidata dal sindaco Giacomo Morandi,  ha fortemente voluto per il paese il porta a porta. I numeri parlano chiaro: San Gervasio è passato a una percentuale di raccolta differenziata del 73,1 per cento nel 2017 rispetto al 42,6 per cento del 2016. Dati percentuali che sarebbero più alti se si considerano anche le 150 famiglie che si autosmaltiscono l’umido tramite il compostaggio domestico, come previsto dalla norma. Un salto in alto che è il risultato del nuovo metodo porta a porta introdotto a partire da ottobre del 2016 e che al primo giro di boa dell’anno dimostra quindi di funzionare al meglio, nonostante alcune perplessità e criticità iniziali.

Ottimi risultati

«Per quanto riguarda il servizio di raccolta stesso non si segnalano criticità, ma pare proprio che la popolazione abbia accettato il nostro invito al cambiamento in maniera più che positiva.  Infatti i commenti che ci riferiscono sono di un ampio gradimento per il nuovo metodo rispetto a quello precedente – ha spiegato il primo cittadino.  – Si riscontra purtroppo ancora qualche episodio di abbandono di rifiuti. Si invitano nuovamente i cittadini a segnalare eventuali gesti di inciviltà e coloro che li compiono».
Oltre al dato positivo della percentuale di raccolta differenziata da segnalare anche una riduzione del 14 per cento del rifiuto prodotto.  Il rifiuto non differenziato invece si è ridotto del 74 per cento.

Leggi anche:  Grande cerimonia a Chiari per salutare don Pierluigi

In arrivo anche il nuovo centro di raccolta rifiuti

Altro aspetto da non sottovalutare e che andrà a completare il ciclo di gestione dei rifiuti in paese è la realizzazione del centro di raccolta. La piattaforma ecologica sorgerà in via delle Onede. Per ora è ancora attiva la convenzione con Cigole.  «Anche nei mesi successivi l’andamento dei dati è molto buono. In primavera poi è previsto il completamento del nuovo centro di raccolta differenziata. Quest’opera la illustreremo con un opuscolo a parte, dove pensiamo di mettere degli approfondimenti sul tema – ha proseguito il sindaco.  – Il servizio fornito da Coges è di buona qualità e sarà questa stessa società, per noi in-house, a gestire anche il centro di raccolta differenziata».