Polemica per le tariffe rifiuti a Castel Goffredo, la minoranza attacca con Davide Ploia

Tariffe aumentate

La minoranza consiliare guidata da Davide Ploia attacca l’Amministrazione sul fronte delle tariffe dei rifuti. «Durante l’ultimo Consiglio – afferma Ploia – è stato approvato il regolamento per la Tariffa Rifiuti 2019 con il relativo piano finanziario. La tariffa è aumentata del 3%, in parte per adeguamento Istat, e, allo stesso tempo, c’è stato un aumento di circa 45.000 euro per il maggior utilizzo della spazzatrice».
La critica di Ploia parte da alcuni dati specifici. «Il passaggio nel 2017 alla tariffa puntuale ha portato il dato della raccolta differenziata di Castel Goffredo al 90.19%, una percentuale alta che fa onore ai cittadini castellani. Con questa percentuale si è passati ad una tariffa media per abitante pari a 102 euro rispetto alla media nazionale che è di 218 euro».
Ploia prosegue e ricorda che «il passaggio alla tariffa puntuale gestita direttamente da Mantova Ambiente, la ditta che ha l’appalto per la raccolta dei rifiuti a Castel Goffredo, ha portato un miglioramento finanziario per il Comune che in 2 anni ha liberato risorse vincolate dal fondo svalutazione crediti per circa 250mila euro. Grazie a una percentuale fissa riconosciuta sugli insoluti del 3% rispetto al tasso di insoluti che il Comune gestiva intorno al 11%».