Affidato il taglio del nastro ai ragazzi delle scuole medie è solo una delle tre iniziative

La cerimonia

Presentata alla cittadinanza questa mattina la panchina rossa posta in piazza Garibaldi in occasione della festa della donna. “Quinzano vuole dare un messaggio forte. È un monito di sensibilizzazione ed informazione. Qui ben visibile nella nostra bellissima piazza, vuole essere monito per la difesa dei diritti delle donne, contro il femminicidio e a favore delle pari opportunità” ha sottolineato in apertura l’assessore all’istruzione e alla cultura Pier Angela Olini.  A scoprire la panchina i ragazzi delle scuole medie.

Le altre iniziative

Loro per tutte noi

” Loro per tutte noi” la mostra che ha invaso i portici di piazza Garibaldi. Un omaggio alle grandi donne che si sono distinte per la loro intelligenza e determinazione attraverso l’installazione di decine loro immagini e la loro impresa .” Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza” la citazione di Rita Levi Montalcini scelta in apertura delle installazioni dalla curatrice Delia  Baronio. “La volontà è di liberare le loro storie dalle quattro mura di un museo e di dare l’opportunità a tutti di passare qualche giorno in loro compagnia ammirare i loro volti portando rispetto per quanto hanno fatto” ha sottolineato Delia.

Leggi anche:  Rudiano: presentazione del libro "Manuale per sindaci"

L’installazione sarà fruibile solo questo weekend.

Naturadonna

La mostra di arte contemporanea che racconta l’essenza della femminilità in tutte le sue sfaccettature è accolta nella ex Chiesa delle Dimesse. “La rassegna  intende offrire al visitatore una serie di opere aventi per tema e soggetto non solo la figura femminilità, ma anche la femminilità in quanto tale. Ed è per questo che è possibile ammirare non solo opere realiste, ma anche astratte” ha spiegato il curatore Simone Fappanni.

La mostra è visitabile fino al 24 marzo nei week end dalle 10 alle 12, dalle 14 alle 18, durante la settimana su prenotazione contattando la biblioteca comunale.

TORNA ALLA HOME